Alla scoperta del significato di una lettura di Tarocchi

Scoperta del significato di una lettura di Tarocchi

Andare alla scoperta del significato di una lettura di Tarocchi può diventare una strada tutta in salita. Sono talmente tante le cose che si dicono su questo strumento, più o meno sensate, che ci si trova immediatamente in un ginepraio.

Mi sembra allora più opportuno partire da cosa non è una lettura di Tarocchi. Non è un modo per vedere il futuro. Perché il futuro è in continuo divenire e quello che potresti vedere è solo uno dei tanti, possibili movimenti che la tua vita, da quel punto dove sei, può fare.

Così, questo disorienta moltissimo chi cerca, fuori da sé, le soluzioni ai propri problemi. Una lettura di tarocchi è una via che ti conduce a te stesso.

Perché le risposte sono dentro di te, e non sono affatto sbagliate come diceva il caro Corrado Guzzanti. Perlopiù sono nascoste dietro grovigli di pensieri, ricordi ed emozioni, che rendono difficile la scoperta di queste vie.

Proprio come l’equilibrista dell’immagine, andare alla scoperta del significato di una lettura di Tarocchi vuol dire muoversi con estrema delicatezza su quel filo sospeso, facendoti guidare dal desiderio di comprendere meglio ciò che ti sta accadendo.

Così come quel palloncino della Luna che ti aiuta a danzare e a procedere su quel filo sospeso.

Come si cammina in una lettura dei Tarocchi?

Non si guarda in basso, non c’è bisogno. Si guarda avanti. E carta dopo carta, parola dopo parola, sensazione dopo sensazione, si arriva da qualche parte. Che non è da dove sei partito, ma un punto nuovo dentro di te, che magari avevi già intravisto, ma verso il quale non eri certo di volerti o poterti muovere.

Perché è da quel punto che farai ciò che per te è possibile in quel preciso momento della tua vita. Nessuno ti chiederà di saltare giù da quel filo, in un vuoto che ti può giustamente spaventare e impedire il movimento. La vita ti porterà quello di cui avrai bisogno per proseguire.

Ma allora, perché hai tanta paura di questi Tarocchi? Cosa si muove dentro di te che ti impedisce di accedere ad uno strumento così potente e amorevole al tempo stesso?

La paura di uscire dalla tua zona confort. Uscire da quell’area della tua vita nella quale tutto è stato predisposto, da una partE della tua psiche, per non farti muovere da dove sei.

Anche lei fa ciò che deve. Difenderti dall’incontro con il tuo passato, dove ci sono alcune delle risposte che cerchi.

Ma, restando dove sei, non andrai verso nessun futuro che farà la differenza nella tua vita. Però, magari, continuando a muoverti all’interno di quella stanza nella quale ti sei rifugiato, prima o poi sentirai il desiderio di cercare una chiave per uscire.

Stefania Paradiso

(Visited 157 times, 3 visits today)

Share this post