Il tema astrologico di nascita e il movimento evolutivo.

Il movimento evolutivo dell'interconnessione

La lettura del tema astrologico di nascita è una esperienza che fanno coloro che stanno cercando vie di crescita. Perché leggerlo? Quali informazioni può dare sulla tua vita un disegno fatto di simboli, numeri e linee? Qui facciamo un approfondimento sul movimento evolutivo sottostante.

La domanda è lecita se non si hanno informazioni sulla scienza dell’astrologia e su cosa è il progetto dell’anima.

Per un primo approccio all’argomento ti rimando all’articolo che trovi qui.

In questo articolo vorrei invece leggere il tema astrologico di nascita dal punto di vista del movimento evolutivo sulla base della lettura attraverso l’astrologia quantistica. La visione che vi proporrò non è esclusiva dell’astrologia quantistica.

È antica quanto l’origine dell’uomo. L’astrologia quantistica ha avuto però il merito, grazie alle connessioni con la fisica quantistica, di unire in una visione comune il mondo simbolico e le regole energetiche di questa recente (e spiazzante) branca della fisica.

In particolare il tema dell’entanglement quantistico è alla base di tutto lo schema di funzionamento delle relazioni nel tema natale.

L’entanglement o interconnessione nel movimento evolutivo

L’entanglement afferma che due particelle interconnesse mantengono per sempre la relazione tra di loro dal punto di vista di una coscienza esterna che osserva il loro movimento.

Ora se pensiamo al Big Bang e al fatto che proveniamo tutti da un unico punto, intuiamo che siamo tutti interconnessi e che i movimenti all’interno di un sistema apparentemente separato, in realtà rispondono ad un’unico movimento che è quello della consapevolezza attraverso l’esperienza.

Nello scegliere di realizzare il nostro specifico tema natale ci siamo assunti l’onere di fare esperienza di alcune di queste interconnessioni. E di riportarle all’unità originaria risolvendo, attraverso il nostro percorso di vita, le scissioni che possono crearsi nella loro relazione.

Questo aspetto di unione viene definito in astrologia quantistica stella, ricordandoci l’origine comune della Luce dalla quale proveniamo.

Un antico proverbio serbo dice:

“Sii umile, poiché sei fatto di terra. Sii nobile, perché sei fatto di stelle”

L’umiltà ci richiama all’essere fecondi producendo ciò che siamo venuti a realizzare, cioè noi stessi. E lo scopo profondo di questa venuta è scritto nel nostro DNA stellare.

La caduta e l’ascensione presupposti del movimento evolutivo

Il momento dell’incarnazione, che corrisponde alla nostra nascita, corrisponde alla separazione tra la coscienza in divenire e l’inconscio, rappresentato energeticamente nella simbologia del nostro tema natale astrologico. È la discesa del velo di Maya tra ciò che l’Anima sa di essere e ciò che sperimenteremo durante il percorso dell’incarnazione.

È per questo che veniamo sulla Terra.

Per sperimentare, portare a coscienza e conoscenza attraverso l’esperienza fisica, emotiva e mentale quelle particolari qualità energetiche delle quali abbiamo deciso di fare esperienza.

Questo processo deve avvenire all’interno della legge di polarità che caratterizza la nostra dimensione.

In questa dimensione non siamo in grado di conoscere nulla in valore assoluto, ma solo in valore relativo. Se dicessimo luce, senza conoscere il buio non capiremmo il concetto. Così nel confronto tra ogni contrapposizione.

Nel tema natale astrologico abbiamo chiara evidenza delle contrapposizioni/relazioni che incontreremo durante questa incarnazione. Queste evidenze sono chiamate aspetti astrologici.

Ne parlo più in dettaglio a questo link

Tutte le qualità divine sviluppano un aspetto di equilibrio e due aspetti polari di eccesso o carenza di manifestazione. Questi poli definiscono la qualità dell’esperienza che andremo a fare, colorandola di una particolare sfumatura.

Ed è grazie al continuo movimento tra essi, e le sfumature che esprimono, che scopriamo continuamente nuovi punti di possibile equilibrio.

Questo processo di apprendimento richiede prima un tempo di separazione e contrapposizione tra energie inconsapevoli. Poi un tempo di riunificazione per portare a consapevolezza ciò che si è sperimentato.

Il primo tempo viene in astrologia quantistica definito caduta e il secondo ascensione.

Nel tempo di caduta, le energie dei pianeti del nostro tema astrologico, collegate in un particolare aspetto, si separano tra interno ed esterno.

L’importanza della relazione

L’aspetto relazionale caratterizza la nostra dimensione terrena ed è nell’esperienza con l’altro o con altro che creiamo il set di apprendimento. Per cui abbiamo bisogno di due parti. Una la interpretiamo noi (microcosmo), l’altra la deleghiamo all’esterno (macrocosmo).

Quindi tutte le nostre esperienze, a maggior ragione durante la fase di caduta, ci servono per fare esperienza diretta e indiretta di parti di noi.

Dopo questo periodo di conoscenza/caduta ci sarà la possibilità, nel periodo di ascensione di riunire consapevolmente le energie che in un primo momento si sono divise. E lavorare su altri aspetti meno evidenti, ma pur sempre causa di separazione all’interno del nostro schema energetico.

Conclusioni

Il tema natale ci permette quindi di cogliere aspetti sempre più approfonditi della nostra vita, di evidenziare le tematiche dominanti, di avere dei punti di osservazione privilegiati rispetto alle esperienze che viviamo.

Un approccio aperto e fiducioso a questo mandala che rappresenta il nostro progetto dell’Anima ci dota di un compagno di viaggio fidato e obiettivo, che ci può aiutare a riprendere la rotta anche, e soprattutto, quando ci sentiamo smarriti.

da Philosophia naturalis di Alberto Magno.

Faccio qui un dovuto omaggio a Dante e alla sua Divina Commedia, che nella visione del suo viaggio tra Inferno, Purgatorio e Paradiso, è proprio nello spazio dei cieli planetari del Paradiso che restituisce senso, nella luce dell’Amore, a tutto il percorso.

Stefania Paradiso (www.integrAnima.com)

Se vuoi saperne di più sul tema di nascita clicca qui

Se vuoi sapere cos’è l’entanglement vai qui

(Visited 67 times, 1 visits today)

Share this post