LA COSCIENZA DI SÉ – IL DONO DI QUESTA LUNA PIENA

Catrin-Welz-Stein - Giano bifronte

LA COSCIENZA DI SÉ – IL DONO DI QUESTA LUNA PIENA

Tra pochi minuti ci sarà una seconda Luna piena in Acquario. In questo mese, così movimentato dal punto di vista dell’esercizio della libertà, di nuovo la Luna ci offre la possibilità di uno sguardo nella nostra coscienza.

È una Luna piena che ha un valore simbolico importante a mio avviso. Si forma negli ultimi istanti del transito della Luna in Acquario. Dopo 40 minuti sarà nel segno dei Pesci. Paradossalmente in una fase di Luna Piena anche se “tecnicamente” non lo è.

Ma nell’epoca di Urano in Toro, che spazza via ciò che conosciamo, aprirsi ad una nuova e sconosciuta prospettiva lo trovo coerente.

Ciò che si oppone alla Luna è il Sole in Leone. Emblema e simbolo del processo di individuazione, nella centralità di un ego luminoso, generoso e carismatico come solo un ego davvero integrato può manifestare.

Siamo tutti lontani ancora da questo obiettivo, ma certamente in cammino con una consapevolezza più ampia e concetti di ego, Anima, psiche e dinamiche molto più conosciuti sia a livello intellettivo che interiore.

Per questo ho pensato che questa Luna piena, così particolare, sia importante proprio per questo evidente movimento dall’Acquario al Pesci, come il passaggio delle ere che stiamo vivendo ci ricorda.

Però è un movimento al contrario. Una possibilità di revisione del processo. Come quando si torna indietro per vedere meglio dove stiamo andando.

Con sempre il Leone a sovrintendere il movimento dal suo punto di vista egocentrato, sulla sommità della roccia che guarda la vastita dello spazio/regno davanti a sé.

Più semplicemente. Come sto vivendo, dal punto di vista individuale e della mia centralità, il movimento energetico dal Pesci all’Acquario? Perché è vero che è un movimento dell’Umanità che durerà un paio di mila anni, ma è anche vero che dal mio personale punto di vista della coscienza, io lo sto vivendo proprio ora, nel luogo dove abito sia fisicamente che come incarnazione.

E non posso prescindere dalla mia visione che, quantisticamente parlando, è l’unica possibile per il mio spazio di coscienza.

I nodi lunari e i patti da sciogliere

In contemporanea a questo movimento della Luna c’è un transito particolare legato ai nodi.

Nodo Sud in Sagittario, karmico che ci porta una energia legata alla fede da revisionare e riposizionare da fuori a dentro, attraverso lo sviluppo del Maestro interiore.

Nodo Nord in Gemelli, dharmico, che ci parla di una necessità di comunicare, condividere, scambiare, interagire con i nostri simili, diventando luci che incontrano altre luci e condividono ciò che hanno, con leggerezza e curiosità.

Accanto al nodo Sud troviamo Giunone, un’energia simbolica legata ai patti e alle contrattualizzazioni. Emblema, il matrimonio, ma estendibile ad ogni situazione nella quale un contratto ci lega anche oltre la nostra volontà di accettazione. Come sempre né tutto, né niente, ma la sua unione ad un segno come il Sagittario dove il rispetto del dogma e della fede sono i riferimenti più faticosi, ci porta immediatamente a comprendere il concetto di Libertà di cui ci parla la Luna piena in Acquario, accompagnata da Giove! Ironico l’Universo. Giove è il marito di Giunone, che sicuramente ha più a cuore la Libertà, del rispetto del patto, pur continuando ad aderirvi.

Tornare indietro

Perché allora questa Luna piena ci porta questo passaggio energetico così potente? Perché ci fa fare subito un passo indietro?

Per permetterci di capire dove siamo rispetto al passaggio in corso.

Nell’energia dei Pesci ci affidiamo a qualcosa che contiene il vuoto di cui abbiamo paura, e gli riconosciamo un potere che ci sottrae a noi stessi, a quell’energia leonina che dentro ognuno di noi guida il processo di individuazione.

Abbiamo però assaggiato e provato sulla nostra pelle, cosa vuol dire non avere il libero arbitrio. E ci siamo interrogati su quanto queste guide esteriori, di quasiasi natura, sappiano davvero cosa vogliamo e cosa desideriamo essere.

Ecco, allora approfittiamo di questo momento energetico.

Ascoltiamo la Libertà che ci parla attraverso la Luna piena. Mettiamoci in contatto con le sensazioni che questa Luna piena ci trasmette e che sia piacere o disagio, proviamo a scendere un po’ e a dare a queste sensazioni un nome e un ambito di manifestazione. Dove? Perchè? Come avviene il mio contatto con la Libertà?

Subito dopo il passaggio nella Luna in Pesci mi dirà quanto ancora l’energia dell’era che si sta chiudendo è ancora presente dentro di me. Quanto ancora mi condiziona, mi vincola, mi guida.

Tutte informazioni che possono aumentare la nostra consapevolezza e renderci attori protagonisti di questo movimento.

Giano bifronte

GIANO-3
GIANO-3

Giano è il dio degli inizi, materiali e immateriali, ed è una delle divinità più antiche e più importanti della religione romana, latina e italica. Solitamente è raffigurato con due volti (il cosiddetto Giano Bifronte), poiché il dio può guardare il futuro e il passato. 

Legato all’Acquario e al mese di Gennaio

(Visited 173 times, 1 visits today)

Share this post